Manovra, più sconti per cani e la cannabis light diventa legal


Translating…


De Beste Kwaliteit CBD Olie?

MHBioShop CBD Olie Specialist  


Pour la meilleure qualité d’Huile de CBD Visitez

HuileCBD.be specialiste Huile de CBD


   

ROMA – Una misura che farà discutere, la legalizzazione della cannabis light e gran finale in vista per la manovra da 32 miliardi: a quaranta giorni dall’approdo a Palazzo Madama e dopo una estenuante notte di esame con 14 ore ininterrotte di riunione della Commissione Bilancio del Senato, ieri il disegno di legge di Bilancio è approdato in aula. Lunedì sarà presentato un maximendamento, che racchiuderà il testo confezionato dalla Commissione con qualche inevitabile correzione, e poi alla Camera, dove l’articolato arriverà “blindato”: Montecitorio non potrà modificare la legge. Circostanza che ha creato malumori alla Camera: i parlamentari del Pd se la sono presa con Zingaretti e Gualtieri, mentre la conferenza dei capigruppo ieri si rifiutata di calendarizzare l’esame del provvedimento.
Ieri mattina il viceministro del Tesoro Antonio Misiani ha postato la foto delle sue gambe scivolate dalla poltroncina della Commissione. Il presidente, il grillino Daniele Pesco, all’alba si commuove: «Sono fortunato di aver lavorato con persone come voi». Molte le novità della nottata con vincitori e perdenti.

Più detrazioni per cani e gatti La spuntano paradossalmente gli amanti degli animali: la loro detrazione del 19 per cento per le spese veterinarie con un tetto da 387,34 euro era diventata leggendaria: non c’era intervento a favore del taglio delle tax expenditures che non la citasse. Provocando reazioni indignate degli amanti degli animali. Al contrario la detrazione sale a 500 euro.

L’assaltino alla diligenza Niente a che vedere con i tempi d’oro, ma i protagonisti delle maratone sono riemersi dal nulla. Bande musicali (1 milione), Carnevali storici (1 milione), Villa Alari a Cernusco (300 mila), Festival Donizetti (1 milione), Ville Vesuviane (600 mila). Venezia ottiene 60 milioni: la sua situazione è critica, ma non è la sola. Per Olimpiadi Milano-Cortina e il golf della Ryder Cup circa 1 miliardo.

Monopattini e cannabis Dato che la sessione di Bilancio in Italia è l’unica che cammina con la strada sgombra, e che si bloccano tutti gli altri provvedimenti, nella manovra ci va un po’ di tutto: circolazione dei monopattini, apertura al professionismo delle atlete, legalizzazione, su emendamento M5S, dell’uso della cannabis light se il Thc è inferiore allo 0,5%.

Retromarce e rinvii Il cuore del dibattito in Commissione sono state le tre tasse “etiche”, plastic, sugar e auto aziendali. Contestate fin dal varo della manovra da parte del governo, ancora ieri dai renziani. Modificate e ridotte più volte, fino a dare un gettito di circa 300 milioni (da più di 1 miliardo). Su luce e gas restano le tariffe decise dall’autorità fino al 2022.

Lobby impegnate a fondo Gran movimento per i produttori di plastica, anche emiliani e di quelli di bibite zuccherose che in qualche modo hanno avuto ragione. Poco successo per i produttori che volevano che l’aumento, praticato su tutto il settore, non risparmiasse il cosiddetto tabacco riscaldato per svapatori. Altolà anche ai proprietari di immobili che non ottengono il rinnovo della cedolare per i negozi, ma evitano l’aumento per le case.

Perdenti Alla fine ci hanno rimesso i concessionari di autostrade e quelli di giochi. Addizionali e tasse sulla fortuna per 1 miliardo.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo VerdelliABBONATI A REPUBBLICA

Lees Meer

Leave a Comment